SCIA ATTIVITÀ RICETTIVE

Guest House o Affittacamere, Case per ferie, Hostel o ostello, Bed & Breakfast, case per vacanze.

Inizio attività, variazione, cessazione su preventivo specifico
su preventivo specifico da 399 € + tributi | entro il GRA

SUAR ROMA

Le attività ricettive a Roma, indipendentemente dalla classificazione, necessitano di apposita SCIA di inizio attività, da depositare ed asseverare presso il SUAR.

Attività ricettive a Roma | CLASSIFICAZIONE | LAZIO

Sulla base della legge della Regione Lazio 6 agosto 2007, n. 13 le strutture ricettive si distinguono nelle seguenti tipologie:

STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE:

  • alberghi, dipendenze alberghiere e residence

STRUTTURE EXTRALBERGHIERE:

  • Guest House o Affittacamere, Case per ferie, Ostelli per la gioventù, Hostel o ostello, Bed & Breakfast gestiti in forma imprenditoriale, case e appartamenti per vacanze gestite in forma imprenditoriale

STRUTTURE RICETTIVE ALL’ARIA APERTA:

  • camping e villaggi turistici

Bed and Breakfast | Imprenditoriale | ROMA

I Bed & Breakfast gestiti in forma imprenditoriale sono strutture ricettive che erogano ospitalità e servizio di prima colazione, aventi un massimo di tre camere da destinare agli ospiti, con un totale massimo consentito di posti letto non superiore comunque a 8.

Il titolare di impresa deve essere residente nell’immobile oggetto dell’attività riservando per sé un’ulteriore camera da letto all’interno della struttura oltre quelle destinate agli ospiti. La struttura deve essere dotata di soggiorno, cucina o angolo cottura annesso al soggiorno.

I Bed & Breakfast non necessitano di cambio di destinazione d’uso a fini urbanistici, rispettano la normativa vigente per le abitazioni in materia edilizia ed igienico sanitaria e sono classificati in categoria unica. Tali strutture possono avvalersi di strumenti di promo-commercializzazione tramite piattaforme elettroniche anche gestite da terzi.

Per l’autorizzazione di un Bed and Breakfast a Roma servirà una SCIA per le attività ricettive extralberghiere ed una apposita Relazione tecnica asseverata.

Casa Vacanza | Imprenditoriale | ROMA

Le case vacanze e gli appartamenti per vacanza gestite in forma imprenditoriale sono strutture destinate ad abitazione ed arredate, da destinare ad uso dei turisti, collocate in uno o più stabili ubicati nel territorio comunale.

Tali strutture sono prive sia di servizi centralizzati che di somministrazione di alimenti e bevande, ed all’interno delle quali non possono esservi persone residenti né domiciliate. La casa vacanze rispetta i requisiti minimi strutturali e funzionali previsti per le abitazioni di cui all’allegato A4 del Regolamento Regione Lazio n.8/2015 e ss.mm.ii, nonché la normativa vigente in materia edilizia ed igienico sanitaria vigenti sul territorio del Comune di Roma e non necessitano di cambi di destinazione d’uso ai fini urbanistici.

Per l’autorizzazione di una casa vacanze a Roma servirà una SCIA per le attività ricettive extralberghiere ed una apposita Relazione tecnica asseverata.

Affittacamere o Guest House | ROMA

Le guest house o affittacamere sono strutture gestite in forma imprenditoriale, destinate ad abitazione e arredate ad uso turistico. Sono composte da un massimo di sei camere ubicate in non più di due appartamenti di uno stesso stabile ed accessibili dal medesimo ingresso su strada e dotate di un soggiorno, cucina o angolo cottura annesso al soggiorno.

Tali strutture, non soggette a cambio di destinazione d’uso a fini urbanistici, rispettano i requisiti previsti per le abitazioni, la normativa vigente in materia edilizia ed igienico sanitaria sul territorio del Comune di Roma e i requisiti minimi funzionali e strutturali di cui all’allegato A1 del Regolamento Regionale. Per l’autorizzazione servirà una SCIA per le attività ricettive extralberghiere ed una apposita Relazione tecnica asseverata.

Per l’autorizzazione di un affittacamere a Roma servirà una SCIA per le attività ricettive extralberghiere ed una apposita Relazione tecnica asseverata.

Ostello della gioventù | ROMA

Gli Hostel o Ostelli sono strutture attrezzate, gestite in forma imprenditoriale, finalizzate ad offrire il soggiorno ed il pernottamento a famiglie o a gruppi di turisti e sono dotate di spazi comuni aventi servizi maggiormente attrezzati rispetto a quelli offerti dagli ostelli della gioventù. Il soggiorno ed il pernottamento offerto non possono superare i 60 giorni continuativi.

Gli Ostelli per la gioventù sono strutture attrezzate, gestite in forma non imprenditoriale da enti pubblici, enti di carattere morale o religioso, cooperative sociali e associazioni operanti senza scopo di lucro nel campo del turismo sociale e giovanile. Dette strutture sono finalizzate ad offrire soggiorno e pernottamento, per periodi limitati e non superiori a 60 giorni continuativi, a giovani, a gruppi di giovani ed eventuali loro accompagnatori. Negli ostelli possono essere ospitati anche altri soggetti con finalità di turismo sociale, culturale, sportivo e religioso.

Per l’autorizzazione di un ostello della gioventù a Roma servirà una SCIA per le attività ricettive extralberghiere ed una apposita Relazione tecnica asseverata.

Locazione | Alloggio per uso turistico | ROMA

Gli alloggi per uso turistico sono unità immobiliari non soggette a classificazione, situate in immobili adibiti ad abitazioni o parti di esse, dotate di soggiorno con annesso angolo cottura o cucina. All’interno degli alloggi per uso turistico è possibile offrire, in modo occasionale, non organizzato e non imprenditoriale, forme di ospitalità senza prestazioni di servizi accessori o turistici, ulteriori rispetto a quanto già in uso nell’abitazione.

Diritti di istruttoria | SCIA attività ricettive a Roma | Alberghiere ed extralberghiere

1) Presentazione SCIA attività ricettive per l’avvio di nuovi esercizi

  • € 250,00   | diritti di istruttoria strutture ricettive entro i mq. 250 
  • € 600,00   | diritti di istruttoria strutture ricettive da mq. 251 a mq. 500 
  • € 1.000,00 | diritti di istruttoria strutture ricettive oltre i mq. 501 
  • € 250,00    | diritti di istruttoria case e appartamenti per vacanze (art. 7, R.R. n. 8/2015) – istruttoria singola/prima unità 
  •  € 150,00    | diritti di istruttoria case e appartamenti per vacanze (art. 7, R.R. n. 8/2015) – istruttoria per ciascuna unità, in aggiunta alla prima, nell’ambito della medesima SCIA

2) Presentazione SCIA attività ricettive a seguito di modifiche

(ristrutturazioni, ampliamento o riduzione della capacità ricettiva, inserimento servizi di somministrazione bevande e alimenti o centro benessere)

  • € 50,00   | diritti di istruttoria strutture ricettive entro i mq. 250 (escluso case e appartamenti per vacanze) 
  • € 150,00  | diritti di istruttoria strutture ricettive da mq. 251 a mq.500 (escluso case e appartamenti per vacanze) 
  • € 300,00  | diritti di istruttoria strutture ricettive oltre i mq. 501 (escluso case e appartamenti per vacanze) 
  • € 50,00     | diritti di istruttoria case e appartamenti per vacanze (art. 7, R.R. n. 8/2015) – istruttoria per ciascuna unità, in aggiunta alla prima, nell’ambito della medesima SCIA 

3) Presentazione SCIA attività ricettive a seguito di modifiche societarie

cambi della titolarità o della gestione, variazioni di classificazione e modifica periodi di apertura

  • € 21,00 |  diritti di istruttoria 

4) Comunicazione cessazione attività € 21,00

Diritti di istruttoria per altre forme di ospitalità | Alloggi per uso turistico (ART. 12 BIS, R.R. 8/2015 E SS.MM.II.)

  1. Presentazione comunicazione di inizio attività – diritti di istruttoria € 21,00
  2. Presentazione modifica della comunicazione di inizio attività – diritti di istruttoria € 21,00
  3. Comunicazione cessazione attività – diritti di istruttoria € 21,00

REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI e Relazione tecnica asseverata per la SCIA ATTIVITÀ RICETTIVE

Per ottenere l’Autorizzazione all’esercizio di attività ricettiva extralberghiera a Roma, l’immobile deve avere determinate caratteristiche oggetto di apposita relazione tecnica asseverata da parte di un tecnico:

  • Conformità dell’immobile alle norme in materia di urbanistica, edilizia, sicurezza degli impianti, igienico sanitaria.
  • Lo stato di fatto dell’immobile deve essere identico a quanto riportato al catasto (planimetrie e visure catastali aggiornate). 

Categorie catastali ammesse

A seconda dl tipo di attività ricettiva da autorizzare sono previste delle specifiche categorie catastali:

Casa Vacanze

A ( escluso A6-A11 )

Bed and Breakfast 

A ( escluso A6 -A11)

Affittacamere o Guest house

A ( escluso A6-A11)

Ostello

D2 – B2

CAMERE DA LETTO

requisiti validi per: Case Vacanze – Bed & Breakfast – Affittacamere o Guest House:
  • Le camere devono essere dotate di porta e finestra.
  • Altezza minima locali : 2,70 ml
  • singola: superficie minima 9 mq (8mq commerciali)
  • doppia: superficie minima 14 mq 
  • da più posti letto : incremento rispetto alla camera di 6mq per un posto letto in più.
  • Letti a castello: incremento rispetto ai requisiti minimi di 1mq o 3mc per un solo posto letto per camera.
  • Per i Bed & Breakfast, camera da letto riservata al Gestore: superficie minima 9mq
  • Gli ostelli seguono un conteggio dei posti letto più elaborato.

Qualora sia necessario variare la distribuzione interna o aggiungere bagni è necessaria.

APPARTAMENTI  MONOLOCALI

  • alloggi destinati ad 1 ospite: superficie minima 28 mq (bagno compreso)
  • alloggi destinati a 2 ospiti: superficie minima 38 mq (bagno compreso)
  • Altezza minima locali : 2,70 ml

SERVIZI IGIENICI

  • Altezza minima soffitti: 2,40 ml
  • I bagni devono avere tutti i sanitari, compreso il bidet
  • Solo nei bagni ove per problemi di spazio con superficie minima di 1,5mq non sia possibile la posa in opera separatamente del water con il bidet, è possibile installare il sanitario “water-bidet” provvisto di doccetta limitrofa.
Il numero dei bagni è nella misura massima di:
  • 1 bagno ogni 5 posti letto (case vacanza)
  • 1 bagno ogni 6 posti letto (affittacamere e Bed & Breakfast).

SOGGIORNO

la presenza del soggiorno è obbligatoria in tutti i tipi di strutture ricettive.

  • Il soggiorno deve essere dotato di finestra
  • Superficie minima 14 mq
  • Altezza minima locale : 2,70 ml

Non sono ammessi posti letto in soggiorno su divano-letto.

CORRIDOI / DISIMPEGNI / RIPOSTIGLI:

  • Altezza minima locale : 2,40 ml

CUCINA: 

la presenza della cucina è obbligatoria in tutti i tipi di strutture ricettive.

  • La cucina deve essere dotata di finestra
  • Dimensione minima cucina: 15 mc
  • Altezza minima locale : 2,70 ml
  • Superficie finestrata minimo 1,5mq

ANGOLO COTTURA:

In alternativa alla cucina (intesa come un vano separato), l’immobile può essere dotato di angolo cottura. L’angolo cottura deve avere le seguenti caratteristiche:

  • deve essere posizionato nel SOGGIORNO, oppure deve essere annesso e comunicare ampiamente con esso e deve essere adeguatamente munito di impianto di aspirazione forzata sui fornelli.
  • Sono vietati angoli cottura posizionati in corridoi, disimpegni, ingressi e similari

LOCALE ACCESSORIO

solo per gli Affittacamere o Guest House che richiedono anche l’autorizzazione per la somministrazione della colazione.

  • Il locale accessorio deve essere dotato di finestra
  • Altezza minima locale : 2,70 ml
  • Superficie minima 14 mq

RECEPTION

solo per gli Affittacamere o Guest House
  • Il servizio ricevimento ospiti ed assistenza è obbligatorio 8 ore al giorno in 3^ categ., 12 ore al giorno in 2^ categ., 18 ore al giorno in 1^ categ.
  • La reception può essere rappresentata da una scrivania posizionata all’ingresso.

Conteggio dei posti letto per presentazione SCIA attività ricettive | ROMA

Il conteggio dei posti letto non è univoco per tutte le attività ricettive, poiché i requisiti minimi ed i valori, a parità di superficie e volume, possono variare in relazione alla specifica tipologia di attività.

Regolarizzazione e variazione della distribuzione interna per SCIA attività ricettive

Per variare la distribuzione interna o regolarizzarla al fine di massimizzare i posti letto si può procedere in CILA + variazione catastale DOCFA, per regolarizzare le variazioni a livello edilizio e catastale.  Qualora siano previsti interventi strutturali si deve procedere in SCIA + variazione catastale DOCFA + Genio civile

Per le specifiche edilizie oggetto di asseverazione e la loro eventuale regolarizzazione far riferimento al portale di PRATICHE EDILIZIE ROMA | Studio Tecnico di Ingegneria.
2021-01-19